ERE GEOLOGICHE

Prima di Pantalica

Chi si occupa della lunga storia del nostro pianeta, vale a dire delle ere geologiche, intraprende un viaggio avventuroso nel tempo e nello spazio. Per un geologo, una montagna non è solo un massiccio di pietra,sia pure ornato di boschi e prati, dalla cui cima si gode un bel panorama: è un corpo che ha avuto una vita travagliata e complessa, è un'entità che ancor oggi vive.La lunga storia della Terra può essere suddivisa in unità cronologiche, ovvero in intervalli di tempo convenzionali i cui limiti corrispondono ad avvenimenti geologici o paleontologici particolarmente importanti, quali fenomeni orogenetici o variazioni della vita animale o vegetale. Gli intervalli di tempo sono chiamati Ere.


milioni di anni

4500 Nasce la Terra

🚩🚩vulcani,terremoti,orogenesi

..................................................................................

3500 ARCHEOZOICO

🚩🚩primi organismi unicellulari

.................................................................................

570 PALEOZOICO 🚩🚩esplosione della vita

480 🚩🚩Trilobiti

250 🚩🚩estinzione di massa

...............................................................................

225 MESOZOICO 🚩🚩La PANGEA video

🚩🚩Era dei dinosauri

..............................................................................

65 CENOZOICO 🚩🚩estinzione dei dinosauri

53 🚩🚩I mammiferi

30 🚩🚩scimmie antropomorfe

26 🚩🚩I primati Ramapithecus

7 🚩 australopithecus africanus

...........................................................................

2 NEOZOICO 🚩🚩Homo habilis

0,6 🚩🚩Le Glaciazioni

0,5 🚩🚩Homo erectus

0,3 🚩🚩Homo Neanderthal

0,1 🚩🚩Homo Sapiens

milioni di anni

.........................................................................

Il mar Mediterraneo

Se fossimo vissuti circa 6 milioni di anni fa, il Mar Mediterraneo ci sarebbe apparso in modo molto diverso da come è oggi. Le acque, infatti, riempivano solo una piccola parte del bacino dei nostri giorni; le coste erano molto diverse; qua e là forse spuntavano isole che oggi non esistono più. Causa di tutto questo era stata la chiusura del collegamento con l’Oceano Atlantico. Ampie zone del mediterraneo si presentavano come una valle profonda e arida ricoperta da uno spesso strato di sale sul fondale. Questa fase, che i geologi chiamano “crisi di salinità del Messiniano” (dal nome del periodo geologico in cui avvenne) durò circa 270.000 anni. Una serie di cause provocò l'unione della rocca di Gibilterra all’Africa e impedì all’Atlantico di fluire nel Mediterraneo. Che evaporò lasciando il posto a una distesa di sali. L’isolamento fu interrotto dall’alluvione zancleana, che aprì le porte all’Atlantico 5,3 milioni di anni fa.

terre emerse durante il pliocene e durante le fasi glaciali

Le prime ipotesi, pubblicate negli anni '70, imputavano la chiusura del Mediterraneo ai movimenti relativi delle placche africana, araba ed euroasiatica che avrebbero chiuso lo stretto di Gibilterra. Altri ricercatori,invece, avanzarono l’ipotesi che la causa principale potesse essere riconducibile a una glaciazione, con conseguente riduzione del livello globale degli oceani. L'abbassamento del livello dei mari, infatti, fu tale che scese al di sotto di una soglia posta in corrispondenza dello stretto di Gibilterra, causando l'isolamento del Mediterraneo dall'Atlantico.Circa 5,3 milioni di anni fa il livello crescente dell'Atlantico causò una catastrofica inondazione che in pochi anni ha riempito nuovamente il bacino del Mediterraneo.

...E in questo "scenario" di grandiosi fenomeni naturali i primi ominidi camminavano già in posizione eretta e l'uso delle mani stimolava la loro intelligenza in un anello di azione-reazione....E in questo "scenario" di grandiosi fenomeni naturali -oggetto della GEOLOGIA-cominciava a lasciare traccia l' HOMO, oggetto e soggetto della PROTOSTORIA prima e della STORIA poi.

per saperne di più: