PANTALICA e il territorio della Sicilia  orientale

LE     C A V E

torna alla homepage..

Il tavolato calcareo Ibleo è fittamente inciso da profonde valli, dei veri e propri canyon,

che si chiamano “cave” ( dall'antico francese caiva )

e fra le più interessanti spettacolari c’è sicuramente la Cava Grande del Cassibile (v.foto sotto).

 

cassibile

Senza ombra di dubbio è una delle meraviglie della Sicilia, un luogo dove contemporaneamente si possono scoprire una natura quasi incontaminata e tracce dell’uomo, sin dal Neolitico.
In questa impressionante fenditura del tavolato, inciso dal fiume Cassibile nel suo alto e medio corso, lunga circa dieci chilometri, larga in alcuni punti circa uno e profonda in alcuni tratti fino a circa trecento metri, scorre l'’antico Kakyparis dei greci, che continua ad erodere con le sue stupende acque cristalline, formando le cosiddette marmitte dei giganti (erosione dovuta ai sassi portati dalla corrente, che ne loro giro vorticoso erodono la roccia formando delle conche circolari) e dei piccoli e profondi laghetti.
In tutti gli Iblei, probabilmente, non vi è un altro ambiente di così selvaggia bellezza naturale, come il canyon inciso dal fiume Cassibile nel suo alto e medio corso.

 

      






Cava Grande di Cassibile
cavagrande cassibile
cassibile

 

ddieri - abitazioni rupestri -
ddieri

 

Cava dell'Anapo - Pantalica -
anapo_pantalica.



                                  il punt.gif (928 byte)GRAN CANYON  (U.S.A.) 



HOME